Venerdì, 13 Aprile 2018 09:41

Phishing, come evitarlo

shutterstock 573559906

Un recente articolo di Naked Security ha affermato che gli attacchi virtuali ai servizi di posta elettronica avvengono principalmente con truffe incentrate nel periodo in cui si pagano le tasse.

L’Agenzia delle Entrate infatti ha lanciato l’allarme segnalando messaggi di posta mail che prendono di mira professionisti fiscali, personale paghe, personale delle risorse umane, scuole e contribuenti. In un’altra truffa, gli aggressori hanno contaminato le inserzioni di Amazon con link che reindirizzavano le vittime a un sito di pagamento molto simile a quello di Amazon e dall’aspetto decisamente convincente. In una simulazione condotta da MWR Infosecurity, un quarto degli utenti testati ha cliccato sul link che lo ha portato a una falsa schermata di login, con oltre la metà di essi che ha fornito nome utente e password. Quattro su cinque hanno poi scaricato il file malevolo. Al contempo, un’email che sembrava provenire dal reparto risorse umane e facente riferimento a un sistema di valutazione si è dimostrata ugualmente efficace.

Il social engineering è l’atto di manipolare le persone a intraprendere una determinata azione a beneficio di un attaccante. Dal momento che l’ingegneria sociale prende di mira le debolezze intrinseche in tutti noi, può essere molto efficace. E senza una formazione adeguata è difficile da prevenire. Se vi è capitato di ricevere un’email di phishing, avete visto l’ingegneria sociale al lavoro. L’aspetto di ingegneria sociale fondamentale di un attacco di phishing è ottenere che la vittima apra un allegato sospetto o che visiti un sito web malevolo.

Il phishing non può funzionare a meno che il primo passo – e cioè l’ingegneria sociale – non vi convinca a intraprendere un’azione.

Per contribuire ad aumentare la consapevolezza, i fornitori di sicurezza hanno offerto una serie di prodotti e servizi che le aziende possono utilizzare per lanciare simulazioni – come se fossero esercitazioni antincendio di phishing – che possono mostrare da vicino ai dipendenti come è facile essere ingannati dall’ingegneria sociale.

Per i clienti Sophos, quel prodotto è Phish Threat.

Con Phish Threat, gli utenti scelgono un tipo di campagna, selezionano uno o più moduli di formazione, scelgono un messaggio di phishing simulato, e decidono quali persone testare. Un report poi dice quanti messaggi sono stati inviati, chi ha cliccato, e, di questi, chi è passato attraverso i moduli necessari, in modo da formare gli utenti a evitare fake.

Per maggiori informazioni sui prodotti Sophos offerti da BLS clicca qui

 

 

Richiedi maggiori informazioni

Compila adesso il seguente modulo per richiedere maggiori informazioni su Servizi Sophos

Contatti Form Prodotti

  1. Nome(*)
    Valore non valido
  2. Email(*)
    Valore non valido
  3. Telefono(*)
    Valore non valido
  4. Privacy
    Valore non valido

Contattaci adesso

richiesta informazioni

Chiamaci e sapremo fornirti una soluzione adatta alle tue esigenze.

Contattaci

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioni Chiudi